cover blog2

ELENCO POST:

giovedì 19 settembre 2019

288P / (300163) 2006 VW139 un asteroide binario di aspetto cometario. by Andreotti Roberto - INSA.

_______________________________________________
_______________________________________________
Aggiornato il 19/09/2019

288P/(300163) 2006 VW139

Introduzione:
(300163) 2006 VW139 ,  conosciuto anche con le designazioni provvisorie 2006 VW139 e P/2006 VW139 , nonché dal numero che lo indica come cometa periodica 288P , è un asteroide doppio delle dimensioni di poco più di un chilometro, per entrambe le componenti Alfa e Beta, che risiede nelle regioni esterne della fascia principale degli asteroidi ed è la prima "cometa binaria della fascia principale "mai scoperta.

( foto del 2011 ).

2006 VW139 appartiene alla classe esclusiva delle comete della fascia principale (MBC) , che mostrano proprietà sia delle comete che degli asteroidi, noti anche come "asteroidi attivi".


Scoperte:
2006 VW139 fu scoperto il 15 novembre 2006, dall'indagine Spacewatch al Kitt Peak National Observatory vicino a Tucson, in Arizona. La possibile attività cometaria è stata vista nel novembre 2011 da Pan-STARRS . Sia Spacewatch che Pan-STARRS sono progetti di rilevamento di asteroidi del Near Earth Object Observations Program della NASA.
Il compagno (Beta) è stato scoperto il 7 dicembre 2011 da J. Agarwal, D. Jewitt, M. Mutchler, H. Weaver, S. Larson usando le osservazioni del telescopio spaziale Hubble, ed annunciato il 21 settembre 2017.

Osservazioni:
L'arco di osservazione ha inizio nel settembre del 2000, grazie ad un'immagine di pre-scoperta presa dallo Sloan Digital Sky Survey presso l'Apache Point Observatory , New Mexico, più di sei anni prima della sua osservazione scoperta ufficiale, permettendo di definirne meglio i parametri orbitali.
2006 VW139 è stato osservato per la prima volta dal telescopio spaziale Hubble (HST) nel dicembre 2011. È stato ripreso successivamente da HST anche a settembre 2016, poco prima che si avvicinasse al Sole e confermasse la sua natura binaria con due asteroidi in orbita ciascuno intorno altro e ha rivelato attività cometarie in corso . Questo rende l'oggetto il primo asteroide binario noto che è anche classificato come una cometa della fascia principale.

( a lato - Sequenza delle immagini dell'HUBBLE ).

Le osservazioni dell'HST hanno rivelato l'attività cometaria in corso in questo sistema binario.
Le caratteristiche combinate di questo asteroide binario con ampia separazione, le dimensioni dei componenti quasi uguali, l'orbita dei componenti di eccentricità elevata, e l'attività simile a una cometa lo rendono unico tra i pochi asteroidi simili conosciuti.

( Nel grafico sono riportati i vari periodi di osservazione che riportano le differenti fasi di attività ed inattività cometaria di 2006 VW139 ).

Origine, formazione ed attività:
Si ritiene che il sistema binario sia il risultato della scissione del progenitore causata dalla sua rapida rotazione causata dall'effetto YORP , circa 5000 anni fà.
288P fa parte di una giovane famiglia di almeno 11 asteroidi che si sono formati da un precursore di ∼10 km di diametro durante una frantumazione dovuta ad una collisione avvenuta circa 7,5 milioni di anni fa.
Questi asteroidi sono corpi primitivi del sistema solare che si evolvono sia in senso collisionale che
attraverso frammentazioni dovute alla rapida rotazione. Questi processi possono portare alla formazione di asteroidi binari ed al rilascio di polvere, sia direttamente che, in alcuni casi, attraverso la scoperta di volatili congelati. In un sottoinsieme degli asteroidi chiamati comete della fascia principale (MBC), la sublimazione dei volatili scavati provoca transitorie attività simili a una cometa. Le coppie esercitate dalle forze dovute alla sublimazione influenzano in modo misurabile le velocità di rotazione delle comete attive e potrebbero portare alla scissione dei nuclei delle comete bilobate. L'asteroide 288P (300163) della fascia principale delle dimensioni di poco più di un chilometro ha mostrato attività simili per diversi mesi attorno al suo perielio nel 2011,e secondo le ipotesi dei ricercatori, tale attività è sospettata di essere sostenuta dalla sublimazione di ghiaccio d'acqua ed anche supportata da una rapida rotazione per uno dei componenti, mentre almeno un componente
ruota lentamente per un periodo di circa 16 ore.

( Struttura delle code, le linee tratteggiate indicano i limiti di dispersione delle polveri in base alle loro dimensioni ).

Parametri orbitali:
2006 VW139 , orbita attorno al Sole nella fascia principale esterna ad una distanza tra 2,4 e 3,7 UA una volta ogni 5 anni e 4 mesi (1.944 giorni, con un semiasse-maggiore di 3,05 UA).
La sua orbita ha un'eccentricità di 0,20 e un'inclinazione di 3,2° rispetto all'eclittica .

Afelio3,6619 UA
Perielio2,4358 UA
semiasse-maggiore
3,0488 UA
Eccentricità0,2011
Periodo orbitale
5,32 anni (1.944 giorni)
Anomalia media
55,529 °
Moto medio
0° 11m  6,36s / giorno
Inclinazione3,2402 °
Longitudine del nodo ascendente
83,187 °
Argomento del perielio
281,00 °


Dati fisici:
2006 VW139 ha un diametro derivato di 1,8 ± 0,2 chilometri per ogni componente.
Il Collaborative Asteroid Lightcurve Link assume un albedo di 0,057 e calcola un diametro totale di 3,20 chilometri sulla base di una magnitudine assoluta (H) di +16,2.
Il sistema binario ha una massa stimata tra 1,3 e 1,1 × 10E13  kg .
Ogni singolo componente ha una massa derivata di (6,15 ± 4,85) × 10E12  kg .
Uno dei componenti pare abbia una rapida rotazione, mentre l'altro ruota in circa 16 h.

Caratteristiche fisiche
Dimensioni1,8 ± 0,2 km (derivato) 
3,20 km TOTALE (calcolato) 
Massa(6,15 ± 4,85) × 10E12 kg 
3.240 ore (135 giorni)
0,057 (assunto) 
(assunto)
+16,2  · +16,20 ± 0,24 

Analisi spettrali:
( I due spettri rilevati dai differenti studi confrontati con la cometa 133P ).

( Spettro nella ''zona CN'' confrontato con la cometa 8P/Tuttle ''tratto puntinato'' ).

Sistema doppio:
Il sistema Alfa-Beta, presenta un'orbita altamente ellittica con un semiasse-maggiore di circa 104 km, ed eccentricità di 0,77.
Il reciproco periodo di rivoluzione delle due componenti è di circa 135 giorni.
I componenti non sono in rotazione sincrona come erroneamente riportato in alcuni testi.


LINK (PDF) (EN):
Johnston Archive http://www.johnstonsarchive.net/astro/astmoons/am-300163.html 
A binary main belt comet https://arxiv.org/pdf/1710.03454.pdf 
Reactivations of Main-Belt Comets https://arxiv.org/pdf/1809.10309.pdf 
_____________________________________________________________
_____________________________________________________________

A cura di Andreotti Roberto.


Nessun commento:

Posta un commento